I peperoncini del rock nella mostra di Emiliano Cirillo

 

Cos’hanno in comune i miti del rock e il peperoncino? Per scoprirlo basta recarsi nell’originalissima mostra “I peperoncini del rock” in via Pisacane a Diamante (CS) e immergersi nell’atmosfera dei grandi che hanno fatto la storia del rock riveduti alla luce di sua maestà il peperoncino, come viene oramai definita la piccante spezia alla qualA (1).JPGe Diamante dedica il “Festival del Peperoncino” giunto, quest’anno, alla sua ventesima edizione. E’ così troviamo Elvis Presley alle prese con un microfono piccante, Frank Zappa in una delle sue tipiche espressioni quasi come se odorasse un peperoncino, Jim Morrison che indossa una collana di peperoncini, Jimi Hendrix intento a fumare un saporito “cancarieddu”, Amy Winehouse  abbellita con un peperoncino tra i capelli o i Beatles che attraversano il famoso passaggio pedonale di Abbei Road fatto di… peperoncini! L’idea della mostra piccante è del giovane artista diamantese, Emiliano Cirillo, e la mostra, aperta per tutta l’estate, continuerà sino al Peperoncino Festival di settembre. Nella sala della mostra troneggia anche un peperoncino gigante realizzato con le bombolette spray vuote che Cirillo usa per le sue opere, abbinando così all’originalità un’idea eco.  “Emiliano Cirillo – leggiamo in una nota stampa  – è nato a Praia a Mare il 27 febbraio del 1979. Vive a Diamante dopo aver girovagato per mezza Europa e visitato musei delle principali città europee e italiane. Da sempre appassionato dell’arte di strada ha trasformato un hobby in passione. Passione per i personaggi della vita musicale mondiale, passione per una visione dell’arte che rompe gli schemi usuali e che Emiliano trasporta dal muro alla tela scomponendone i volti, i corpi, le immagini. Niente è dato per assodato nelle opere di Cirillo. Ogni immagine, idolatrata come tale, viene stravolta e trasformata in un’altra immagine. Non è la “Pop Art” che risucchia il corpo ed i volti attraverso i colori, non è lo stencil di strada che impressiona sul muro la realtà resa irreale dal nero, ma è il volto stesso, l’immagine stessa che da reale diventa ancora più reale in quanto oggetto presente proiettato nel futuro”. Le opere esposte a Diamante, hanno, dunque, come tema il peperoncino rosso, divenuto uno dei simboli della città, grazie al festival del Peperoncino che quest’anno si svolgerà dal 5 al 9 settembre. “Il peperoncino – continua la nota – che diventa momento di rottura dell’immagine stessa. Il volto è quello conosciuto, immortalato in migliaia e migliaia di foto, diventato quasi sacro ma diventa altro, diventa libertà di espressione con il potere di restituire alle immagini il loro valore poetico”.  Una menzione speciale non può che andare al ritratto di Freddie Mercury che domina all’entrata della mostra…che dire…più rock di così!

A (7).JPG

 

I peperoncini del rock nella mostra di Emiliano Cirilloultima modifica: 2012-08-16T22:11:00+02:00da erinb79
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento